La dipendenza sessuale ed altre dipendenze: somiglianze o diversità?

Ricerche epidemiologiche, neurobiologiche e psicometriche sostengono l’ipotesi che la dipendenza da alcol, droga, gioco d’azzardo e dipendenza sessuale abbiano in comune un sottostante processo psicobiologico che precede l’esordio dei disturbi.

Questo processo, chiamato processo di dipendenza, è stato definito come una tendenza duratura e forte ad impegnarsi in forme di comportamento piacevoli che permettano di alleviare affetti dolorosi e regolare il proprio senso di sé. In particolare, è costituito da due componenti: – una compromissione del sistema di autoregolazione – una tendenza a dipendere dall’azione per affrontare le conseguenze di un inadeguata autoregolazione.

All’interno di questa tesi è centrale la compromissione del sistema di autoregolazione, il sistema psicobiologico interno che regola gli stati soggettivi. È un sistema complesso di funzioni interdipendenti: regolazione dell’affettività, cura di sé e autogoverno. Le prime includono la capacità di tranquillizzarsi, di mantenere l’equilibrio affettivo e di tollerare gli affetti senza esserne sopraffatti. Gli individui con difficoltà nella regolazione degli affetti sono soggetti a regressione affettiva, gli affetti diventano amorfici, globali e sono inclini ad essere sopraffatti da affetti che per un soggetto sano non sono potenzialmente traumatici. Le funzioni della cura di sé comprendono l’autoprotezione a l’autonutrimento, la prima implica la capacità di riconoscere e valutare il pericolo e proteggersene, la seconda l’acutezza di riconoscere i propri bisogni, valutarli e stabilirne la priorità. La componente fondamentale della cura di sé è la capacità di usare gli affetti come segnali per un’azione adeguata.

Quando la funzione è compromessa gli individui non sono capaci di evitare il pericolo e di farsi carico dei propri bisogni. Le funzioni di autogoverno comprendono valori, modelli di riferimento, autostima, autopunizione e mantenimento di un senso di sé stabile e coeso. Se si hanno dei deficit, si avranno individui privi di una stabile autostima, di un chiaro senso di direzione ed i loro valori saranno distorti e frammentati. Il sistema di autoregolazione sicuramente non è l’unico fattore associato al processo di dipendenza, tuttavia ne è un aspetto determinante.

L’ipotesi fornita di un processo di dipendenza sottostante ai disturbi di dipendenza non vuole considerare la diagnosi di dipendenza come una sindrome omogenea, ma bensì una classe eterogenea di condizioni che condividono specifici elementi.

Pubblicato in Dipendenze Taggato con: